Esteri

Chavez aumenta il salario minimo del 30% [Video]

Posted on giugno 2, 2008. Filed under: Attualità, Buone notizie, Cultura, Esteri, Video |

In Venezuela Chavez aumenta il salario minimo del 30%

Annunci
Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Ecco la soluzione per lo Smaltimento dei Rifiuti, pagare i cittadini per la raccolta differenziata e in Europa già funziona [VIDEO]

Posted on novembre 14, 2007. Filed under: Ambiente, Attualità, Buone notizie, Ecologia, Esteri, Internet, Italia, MalagutiMania, Novità, Salute, Società, Video |

Guardate questo video, succede a Stoccolma non su Marte !

adesso se credete come mè che si possa fare anche da noi e che sia una delle soluzioni alternative ai maledetti inceneritori, fate girare questo video in tutti i modi, grazie.


Clicca qui!

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( 3 so far )

Google Earth svela missili sottomarini segreti in Cina

Posted on luglio 10, 2007. Filed under: Esteri, Google, Internet, MalagutiMania, Software |

Queste immagini mostrano un sommergibile che contiene missili di circa 35 piedi (10 Mt circa) di lunghezza.

Per maggiori info cliccate sul link che riporta alla fonte.

Fonte tradotta in Italiano Basi Militari Cinesi su Google Map

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Operazione:Pretofilia, La censura italiana si schianta negli USA

Posted on luglio 6, 2007. Filed under: Attualità, Esteri, Giochi on line, Internet, Ironia, Istituzioni, Italia, Religion |

L’affannosa corsa nel tentativo di oscurare ovunque l’ormai celeberrimo gioco Operazione:Pretofilia (di Molleindustria), ha miseramente fallito il suo approdo negli U.S.A.
Va considerato un vero tentativo di difesa verso i minori, o ennesimo tentativo di insabbiamento di uno scandalo orrendamente famoso?
Vi rimando a quest’articolo per maggiori info, buona lettura.

La loro colpa è stata quella di dare spazio ad un mirror di Operazione:Pretofilia, il game di Molleindustria finito sotto la scure della censura italiota: dopo l’oscuramento subito nelle scorse ore, però, il network di NoBlogs.org è di nuovo online. Il motivo? Il provider americano che ospita il server del network italiano ha comunicato che i suoi contenuti, almeno negli USA, sono del tutto legali.

Lo spiegano quelli del collettivo Autistici/Inventati che gestiscono NoBlogs.org e le sue centinaia di pagine, naturalmente a modo loro: “Dio è vecchio e stanco, e i suoi emissari sulla terra non se li sceglie più sempre tanto bene. Faranno paura lo stesso, perché hanno tutti la voce grossa e i media dalla loro parte, ma con grande gioia abbiamo scoperto che i loro trucchetti non fanno ancora effetto urbi et orbi (…) Il provider che ospitava il nostro server si è rivolto al suo consulente legale e ha avuto conferma che Pretofilia non infrange nessuna legge, almeno in America. Ecco cosa ci scrive il provider:
“Abbiamo esaminato con l’assistenza di un consulente legale esperto di diritto statunitense il contenuto che avete pubblicato. Il contenuto è legale.”

L’oscuramento del mirror di Operazione:Pretofilia pubblicato su NoBlogs.org era stato chiesto, sulla scorta delle decisioni italiane, da un’associazione per la difesa dei minori “che ha tentato – sottolinea Autistici/Inventati – con una semplice mail di mettere fuori uso un servizio usato da centinaia di persone”.

“Ma il problema – continua il Collettivo – è che in questi tempi oscuri le graticole non servono più, e la voce grossa basta e avanza per imporre e far dilagare una sottocultura di bigottismo e chiusura mentale. I casi sono molti, e i brividi provati ieri sono stati solo per caso un eccesso di paranoia. L’unica speranza che rimane è quella delle decine di mirror spuntati alla prima notizia di censura, e la constatazione che l’azione creativa e la resistenza attiva nei confronti del neo-oscurantismo non sono solo modi di dire, ma atti concreti”.

E in effetti i mirror di Operazione:Pretofilia si moltiplicano, di ora in ora, dando così l’impressione che la sua diffusione non possa ormai essere più fermata. Ma oltre ai siti che lo pubblicizzano, come già sanno i lettori di Punto Informatico, il videogioco di Molleindustria circola sulle principali piattaforme di file sharing.

Ed è significativo che proprio in queste ore nuove iniziative creative nascano per denunciare certi episodi di censura. Con una nota in cui si parla di “image-guerrilla”, “il gruppo immaginario Les Liens Invisibles in collaborazione con Image Guerrilla Group” annuncia un’azione di sostegno a Molleindustria dal titolo emblematico: Liberté, Egalité, Volonté. The Blasphmous Art Riot, un’azione che prende di mira il parlamentare dell’UDC Luca Volonté e che gli autori definiscono quale “opera di plagiarismo sociale ma anche ludico esperimento di networking artivistico”.

“La regola per chi intende partecipare al gioco è molto semplice – spiegano gli autori – Linkare, linkare e far linkare su siti e in tutta la blogosfera l’indirizzo http://www.lucavolonte.eu o http://www.lucavolonte.eu/pedopriest.html dove è tra l’altro possibile giocare a Operation PedoPriest. Così facendo i partecipanti incrementeranno il ranking della rivolta opponendo la visibilità degli “oscurati” a quella delle forze oscurantiste”.

Fonte

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

I bollini SIAE illegali!

Posted on luglio 3, 2007. Filed under: Buone notizie, Esteri, Istituzioni, Italia, Musica |

Forse una buona notizia?
In caso contrario speriamo solo che il balzello SIAE non si inasprisca grazie alle vigenti norme europee…  

I bollini SIAE sono sempre più in bilico: in un caso giudiziario destinato a sollevare non poca polvere, e che si avvia ormai alla conclusione in sede europea, la loro legittimità è messa ampiamente in discussione, tanto che c’è chi ormai intravede la loro prossima bocciatura da parte della Corte di Giustizia delle Comunità europee.

Proprio l’avvocato generale della Corte, Verica Trstenjak, nell’udienza che si è tenuta in Lussemburgo pochi giorni fa ha dichiarato che a suo parere le norme nazionali italiane che riguardano l’imbollinatura di supporti come CD, videocassette e via dicendo, sono state adottate in violazione del diritto comunitario e senza alcuna comunicazione alla Commissione europea.

Tutto nasce nel dicembre 2004 quando su istanza dell’avvocato Andrea Sirotti Gaudenzi, difensore del signor Karl Josef Wilhem Schwibbert, legale rappresentante della società KJWS, imputato in un processo penale per aver commercializzato in Italia Cd-ROM privi di contrassegni SIAE, era stata emessa un’ordinanza da parte del Tribunale di Cesena con cui venivano formulate alcune domande indirizzate ai Giudici del Lussemburgo per accertare se il “bollino” previsto dalla legge italiana fosse compatibile con le norme comunitarie in tema di concorrenza e regole tecniche.

La difesa di Schwibbert aveva denunciato come le norme nazionali in tema di contrassegni SIAE avessero introdotto vere e proprie “regole tecniche” nell’ordinamento italiano, in contrasto con quanto previsto da una direttiva comunitaria (la direttiva del Consiglio 83/189/CEE del 28 marzo 1983), che impone ad ogni Stato membro che intenda adottare una normativa tecnica di procedere alla notificazione del progetto legislativo alla Commissione delle Comunità europee. Poiché la notifica era mancata, occorreva stabilire se il bollino SIAE potesse o meno essere considerato una regola tecnica.

E sembra proprio pensarla così Trstenjak, secondo cui non è accettabile l’argomento del Governo italiano secondo cui il contrassegno SIAE non sarebbe equiparabile a una marchiatura in base a regole tecniche in quanto identificherebbe essenzialmente le caratteristiche dell’opera intellettuale riprodotta e, quindi, del corpus mysticum, senza caratterizzare il corpus mecchanicum, ovvero il supporto. Pertanto, ai sensi dell’art. 8 della direttiva 98/34, secondo cui gli Stati membri comunicano immediatamente alla Commissione ogni progetto di regola tecnica, la Repubblica italiana avrebbe dovuto comunicare l’obbligo di apposizione del contrassegno SIAE, tanto più che la normativa attuale prevede gravi sanzioni (di natura penale) per chi non apponga i “bollini” ai supporti.

Secondo l’Avvocato generale, dunque, “le autorità italiane non possono perseguire il sig. Schwibbert per non aver adempiuto l’obbligo di apposizione del contrassegno” e non possano quindi sanzionare l’azienda.

Nelle sue conclusioni, Trstenjak spiega anche che “non essendo stato comunicato dalla Repubblica italiana alla Commissione l’obbligo di apposizione del contrassegno SIAE, le autorità italiane non potrebbero perseguire il sig. Schwibbert per non aver adempiuto tale obbligo”.

Per una decisione finale si dovrà attendere ancora qualche mese, quando verrà emessa una sentenza che, oltre ad anticipare l’innocenza del signor Schwibbert, potrebbe affermare i principi suggeriti dall’Avvocato generale e, quindi, comportare che la SIAE perda gli introiti derivanti dall’apposizione del contrassegno.

Fonte

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Cara, il prete che ci sposa è un Robot!

Posted on giugno 21, 2007. Filed under: Attualità, Curiosità, Esteri, Hitech, Robot |

E se domani ad unirci in matrimonio fosse un Robot?

E se ad organizzare il buffet fosse sempre lo stesso Robot?

E se a sistemare gli invitati ai tavoli fosse ancora lo stesso Robot?

Ma che centra ma che stai dicendo, perchè un Robot dovrebbe celebrare un matrimonio e non un prete?

Perchè pare che in Sud Korea a breve un Robot celebrerà un matrimonio.

Ed a sposarsi sarà proprio uno dei progettisti del Robot.

Fonte

www.robotics.co.kr

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( 1 so far )

WiTricity – trasferire energia senza fili

Posted on giugno 11, 2007. Filed under: Ambiente, Attualità, Cultura, Ecologia, Esteri, Generale, Hitech, MalagutiMania |

scientists find a way to send power through thin air

WiTricity o wireless electricity, quindi elettricità senza fili.

Pare che al Mit, siano riusciti a far iluminare una lampadina senza collegamento ad una fonte di energia diretto, ma che l’energia necessaria per illuminare la lampadina sia stata trasferita appunto senza fili.

Molti parlano di diversi campi di applicazione, come ricaricare cellulari senza cavi, lettori mp3 ecc…

Ma di sicuro questa tecnologia avrebbe campi di applicazione sterminati, c’è qualcosa che funziona senza energia elettrica?

E sopratutto immaginiamo quante batterie si potrebbe evitare di produrre, a favore dell’ambiente!

Ma probailmente il problema principale sarà riuscire a rendere non nociva questa tecnologia per l’uomo e la sua salute, visto che essere attraversati da energia elettrica non ci fà tanto bene 🙂

Fonte


 Clicca qui!

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( 2 so far )

Galleria d’arte in Metropolitana

Posted on giugno 9, 2007. Filed under: Arte, Curiosità, Esteri, Internet, MalagutiMania, Senza Categoria |

Tante sono le idee innovative ed originali che possiamo vedere nel nostro paese.

Riguardo l’arte e le Metropolitane, a Napoli ogni stazione è stata concepita come un posto che contenesse arte vera e propria, infatti ogni stazione Metropolitana è stata resa unica con opere di pittori e scultori conteporanei e moderni.

Qui siamo in Russia, a voi le immagini.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( 1 so far )

Le immagini di Flickr bloccate in Cina

Posted on giugno 9, 2007. Filed under: Attualità, Cultura, Esteri, Internet |

Flickr risulta bloccato in Cina dal 7 Giugno scorso

Fonte

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Nuova Honda Griffon

Posted on aprile 25, 2007. Filed under: Esteri, Honda, Motori, Novità, Scooter |

Pare che la Honda sia pronta a lanciare questo nuovo scooter

da 750cm³ e 4 cilindri.

Fonte 1Fonte 2


Clicca qui!

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

« Articoli precedenti

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...