Spedizione speleologica in Tanzania

Posted on novembre 22, 2007. Filed under: MalagutiMania |

È da  pochi giorni in Tanzania una spedizione composta da speleologi di Forlì e di Roma.

I dettagli della spedizione sono qui:

SPEDIZIONE in TANZANIA 2007
Obiettivi
L’obiettivo principale della spedizione è quello di esplorare la cavità naturale conosciuta come
“Pango la popo”, famosa per le sua colonia di chirotteri. A seguito di un primo sopralluogo da
parte dei nostri referenti in loco, sono stati individuati alcuni pozzi mai esplorati all’interno
della grotta e diverse cavità nei suoi pressi. Il nostro obiettivo è realizzare rilievi topografici e
video-fotografici.
Ulteriori propositi sono lo studio del territorio circostante le cavità con documentazione
multimediale e l’interazione con persone del luogo al fine di diffondere il significato dell’attività
speleologica. Il materiale prodotto sarà, al rientro, rielaborato a scopi divulgativi.

Zone di lavoro
La zona principale dove si svolgeranno la maggior parte delle attività è nella regione di
Mbeya, nella Tanzania sud-occidentale, fra i laghi Tanganyika – Rukwa e il lago Malawi. La
nostra attività si concentrerà in un limitato settore all’interno della depressione del lago
Rukwa, dove sono presenti carbonati cretacei confinanti con plateau di lave cenozoicheterziarie
e con il vecchio basamento archeano. La depressione del lago Rukwa (Graben) è
un’importante zona di raccordo all’interno della Rift Valley, fra il lago Tanganyica e il lago
Malawi.

Attività previste
Una delle attività principali sarà quella dell’esplorazione del maggior numero di grotte presenti
nella zona, stilarne il loro rilievo e studiarne la loro relazione con il tipo di roccia in cui si
sviluppano. L’esplorazione del territorio permetterà di caratterizzare approfonditamente il
carsismo presente nella zona e la sua connessione con la struttura idrologica. La presenza di
diverse sorgenti idrotermali prossime alle cavità naturali implica la possibile presenza di gas
nelle grotte. Acque termali e gas suggeriscono una verosimile connessione con lo sviluppo di
cavità naturali all’interno del complesso carbonatico.
Il territorio d’indagine sarà luogo di attente osservazioni e di accurate analisi in ambito biospeleologico
e geologico.
Le cavità esplorate e studiate verranno documentate con foto e video digitali.
Verranno inoltre realizzate proiezioni presso il centro culturale del villaggio di Bomalangombe
come azione divulgativa dell’attività speleologica con filmati girati in Italia e nella precedente
spedizione a Cuba (“Progetto Bellamar 2004”).
Attività di Solidarietà
Sono ancora in via di definizione alcune attività di solidarietà da intraprendere in loco per
poter contribuire, anche se in minima parte, alle esigenze primarie della popolazione,
partecipando attivamente al progetto di volontariato che da due anni stanno portando avanti i
nostri referenti forlivesi nel villaggio di Bomalangombe.
Attività divulgative
Al rientro il materiale speleologico, geologico e fotografico raccolto in Tanzania sarà
riorganizzato e rielaborato al fine di scrivere articoli da pubblicare in riviste speleologiche e/o
alpinistiche regionali e nazionali, e di organizzare mostre tematiche da presentare a convegni
regionali e nazionali di settore in collaborazione con gli enti patrocinanti. Verrà inoltre
realizzato un documentario che valorizzerà il territorio esplorato.

Gruppi partecipanti
Speleo Club Forlì – C.A.I. Federazione Emilia-Romagna
Speleologi Romani Federazione Lazio
Patrocini
Sezione C.A.I. Forlì (www.caiforlì.it)
Società Speleologica Italiana (www.speleo.it)
Federazione Speleologica Emilia Romagna
Federazione Speleologica Lazio (www.speleo.lazio.it)
Collaborazioni
Al rientro in Italia, il materiale raccolto potrà essere a disposizione di qualsiasi ente o
ricercatore che ne faccia richiesta; parimenti, potrà esserci richiesto una collaborazione prima
della spedizione, contattando i referenti del progetto.
Periodo
Dal 16 novembre 2007 al 2 dicembre 2007
Dati dei referenti del progetto
Cognome BARBAGLI
Nome MARCO
E-Mail: marco.barbagli@enel.it
Cognome TESTI
Nome DORINA
E-Mail : dorina.testi@gmail.com

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

4 Risposte to “Spedizione speleologica in Tanzania”

RSS Feed for MalagutiMania–>%Blog”!?@# quando Google non basta! Comments RSS Feed

Ottima news, magari avvicini alla speleologia molti di noi che ne vorrebbero sapere di più ma non sanno da dove partire…gradisco gradisco…ancora ancora 🙂

oh ne avrete, si si si che ne avrete.
E se avete bisogno di maggiori info basta contattarmi

bistekka tu ci vai in tanzania?

magari un’alta volta


Where's The Comment Form?

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: