Diossina nelle mozzarelle, ma nessuno ne parla! [Audio]+[Video]

Posted on settembre 30, 2007. Filed under: Alimentazione, Ambiente, Attualità, Cultura, Ecologia, Generale, Italia, MalagutiMania, Malasanità, Napoli, News in Italia | Tag:, , , , , , , , , , , , |

Sabato 22 Settembre ho partecipato ad una manifestazione ad Acerra (prov.Na) in occasione della giornata Nazionale contro i sovvenzionamenti agli inceneritori.

Innanzitutto sono venuto a conoscenza del fatto che ad Acerra, dove han costruito l’Inceneritore più grande d’Europa che stà per essere messo in funzione a giorni, contro la volontà di tutta la popolazione circostante, non si effettua la RACCOLTA DIFFERENZIATA, una delle tante assurdità tipiche dei nostri tempi, ovviamente c’è chi si dà da fare come i ragazzi del MeetUp di Acerra che si prodigano di effettuare la raccolta differenziata il Venerdì di ogni settimana.

La cosa ancora più scolvongente è che un professore, precisamente un Oncologo-Tossicologo dell’Istituto Pascale di Napoli   per la cura dei tumori, il Dott. Antonio Maffella ha effettuato una ricerca sulle quantità di Diossina presenti nel sangue ed in particolare nel suo.

Il Dott. Antonio Marfella risiede in una zona di Napoli (Vomero) che si trova in collina, dove nelle vicinanze non ci sono particolari fonti di inquinamento, tranne lo smog quotidiano provocato da oltre 500.000 mila auto giornaliere che passano per quella parte di Napoli, ebbene è risultato dal suo studio e dalle analisi del suo sangue, che il professore stesso presenta valori di DIOSSINA nel sangue CINQUE volte superiori ai livelli massimi.

Come è posssibile tutto ciò?Come mai se il prof. Maffella non abita nei pressi di un Inceneritore o di qualche altra grande forma di inquinamento, ha valori di DIOSSINA così elevati?

Il motivo è che la diossina è presente negli alimenti e nessuno di noi è SALVO!

Visto che tutti mangiamo gli stessi cibi.

Il prof. Marfella essendo di Napoli gradisce molto le MOZZARELLE le quali provengono per la maggior parte dal CASERTANO, territorio martoriato negli anni dallo sversamento nel sottosuolo di materie inquinanti a livello tossico e radioattivo, da parte dei clan camorristici. Tutto materiale derivante dalle lavorazioni delle fabbriche del Nord Italia ed Europa.

Adesso io Vi consiglio Vivamente di scaricare il file Audio che ho messo qui sotto per sentirlo con le vostre orecchie.

Clicca qui per scaricare il file audio in formato AMR e qui per scaricarlo in formato Wav (l’intervento è stato registrato con il mio cellulare, basta alzare il volume delle casse per sentire un pò meglio)

Link utili

www.inceneritori.org

Il trucco dell’inceneritore di Acerra

www.napoliassise.it

Meet Up di Acerra

QUANTI YOGURT ALLA DIOSSINA?

Mozzarella di bufala d.o.p (diossina di origine protetta)

Video del prof. Maffella ad Acerra

Vorrei in ultimo soltanto precisare che non scrivo queste cose per diffamare la mozzarella, anzi la mozzarella ed in particolare quella di bufala io la amo essendo di Napoli, anzi aggiungo che non potrei vivere senza mozzarella, ma purtroppo i nostri cibi sono contaminati, per cui anche la lattuga, le carote la frutta gli ortaggi ecc ecc…è una dura realtà e bisogna affrontarla non si può continuare a fare finta di nulla, non si può continuare a guardare la TV ed i Telegiornali. Ormai per me sono strumenti di DISTRAZIONE DI MASSA…i problemi non si risolvono in TV…Porta a Porta dice che và tutto bene…CAZZATE..quà va tutto a rotoli ne dobbiamo prendere coscienza. Un’ennesima prova è questa della Diossina nei cibi!!!

Perchè in TV non se ne parla?

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

8 Risposte to “Diossina nelle mozzarelle, ma nessuno ne parla! [Audio]+[Video]”

RSS Feed for MalagutiMania–>%Blog”!?@# quando Google non basta! Comments RSS Feed

Non se ne parla forse perché poco appeal.
Ma – più verosimilmente – perché il cibo è per noi italiani un must, di cui esaltarne le qualità piuttosto che inverci contro. Quasi un tabù, peggio del sesso nella terra dove coltiva le sue anime il Vaticano.
Un po’ come il calcio: lo scandalo di un anno fa’ oggi è messo alle spalle: media e (soprattutto) tifosi non ne vogliono più parlare.
Ricordi il caso del vino all’etanolo? possibile che sia stato un fenomeno passeggero? eppure nel giro di poco tempo è stato accantonato e oggi pochi ne hanno memoria.

Cmq, anch’io sono un pazzo per la mozzarella (quella di bufala); ma preferisco quella pontina; sarà perché sono di Roma. Forse questa è meno contaminata…

Si sarà anche tutto quello che dici tu sarà anche che la mozzarella non di Bufala è meno contaminata, ma il problema è che tutto è contaminato, nel mio post ho messo fatti dati registrazioni non supposizioni, se vuoi fare qualcosa parlane anche tu sul tuo blog, ti saluto e ti ringrazio per averci letto ciao

iniziamo nell’essere precisi noi che vogliamo difenderci, chiediamo che tipo di esami sono stati fatti che valori esaminati e quali sono i livelli di guardia, in modo da poterli ripetere su di noi ed essere divenire ulteriori testimoni smettendo di essere la eco di qualcuno.
Forza, coraggio ed unione ci porteranno a sconfiggere i disonesti.

hai ragione, finalmente una persona che dice cose sensate 🙂

ti dico che mi informerò personalmente e pubblicherò i dati per adesso leggi questo http://www.napoliassise.it/pecorediossineiannuzzi%5B1%5D.pdf

Ciao a tutti , vorrei dare delle info + precise visto che lavoro nel settore (veterinario).Il problema esiste, è inutile nasconderlo, ma vi assicuro che si stà lavorando come non mai per tutelare questo prodotto unico. mai come in questo momento la mozzarella è super controllata in tutta la filiera di produzione e….. badate bene alla provenianza del prodotto perche esistono tanti produttori seri e coscenziosi. Io con le az. per cui lavoro(Jemma ,mozzarella torre lupara e molte altre) stiamo portando avanti tutta una serie di nuovi controlli sanitari e qualitativi per dare la massima garanzia del prodotto .

una buona notizia ma se vai a vedere Biutiful Cauntri capisci che siamo in guerra e che il rischio è alto in ogni alimento, forse non sai che è stato scientificamente provato che i Campani sono i meno fertili d’Italia a causa della diossina che uccide gli spermatozoi

Mi associo al commento precedente, anche io lavoro nel settore dei controlli alimentari e, credetemi, i laboratori certificati stanno lavorando solo per la campania e per fortuna, le non conformità sono poche sul totale e con livelli poco sopra la norma. Con questo non voglio minimizzare il problema o trovare delle scusanti, anzi. Ricordo solo che la diossina è un problema che viene taciuto al nord molto più che qui da noi. Andate a cercare dati sulle zone industriali del nord e poi ci direte. Qui siamo poco al di sopra dei limiti di legge. La mia speranza è che tutta questa bufera elimini quei maledetti che pensano di fare i furbi ci rovinano tutti.

ma lo sapete che addirittura le hanno bloccate anche in Korea?stanno cercando loro di individuare chi produce queste mozzarelle con la diossina, perchè ovviamente non tutte le mozzarelle hanno la diossina!


Where's The Comment Form?

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: