Capone&BungtBangt live@Galleria Umberto I Napoli 8/4/07

Posted on aprile 9, 2007. Filed under: Attualità, Cultura, Curiosità, Ecologia, Italia, Musica, Napoli, Video |

Quando i rifiuti si trasformano in strumeti musicali, i testi trattano temi scottanti che riguardano tutta la società esprimendo un senso di rifiuto e i generi vanno dal lento melodioso fino al Tribal passando per il Jungle sfiorando lo Ska, mescolando tanti altri sound ed ottenendo un genere indefinito di fusioni di stili e la musica ti travolge e le gambe si muovono da sole stiamo parlando di Capone&BungtBangt.

Li avevo ascoltati l’ultima volta tanti anni fà a Città della Scienza (Bagnoli) e devo dire che sono molto cambiati e si sono affinati acquisendo ancor di più la padronanza dei loro strumenti strappati ai rifiuti.

Da allora è rimasto solo il Leader Maurizio Capone mentre i BungtBangt sono una band fatta di elementi nuovi.

Lo spettacolo è stato meraviglioso e travolgente come sempre, riempito di scenette comiche a tema con la canzone e durante lo svolgimento anche i materiali per interpretare un soldatino diventano buoni per fare musica, come il suo elmetto.

I loro strumenti musicali non standard ma strappati alla “Munnezza” prendono anche un nome, come la Mazzarra, una chitarra costruita con pezzi di parquet oppure la Buatteria che si sostituisce alla classica batteria, solo che è fatta interamente da recipienti ovviamenti reciclati.

Image Hosted by PicturePush

Ancora qui vediamo Capone che suona una classica scopa che lui chiama violoncella, e che suona come un basso, con tanto di vibrazione quando la lancia a terra alla fine del pezzo come fanno tutti i cantanti Rock.

Image Hosted byPicture Push

Image Hosted byPicture Push

Tra caccavelle pentolacce e tubi, Capone suona anche una vaschetta di polistirolo con degli elastici di quelle che si usano come contenitore del gelato e che suona quasi come un Benjo

Nella foto qui sotto anche gli applausi del pubblico, guidati dalla Band diventano melodia.

Image Hosted by PicturePush

Verso la fine Capone suona anche una vecchia sedia di legno come un tamburello, poi scende tra la gente e la coinvolge rendendola partecipe e facendo suonare la sedia e mimando gesti come a dire, si può suonare tutto noi stessia siamo musica.

Maggiori info su www.caponebungtbangt.com, e per scaricare le foto e i video fatti durante il concerto con il mio telefonino Siemens EL71 clicca qui


Clicca qui!

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Una Risposta to “Capone&BungtBangt live@Galleria Umberto I Napoli 8/4/07”

RSS Feed for MalagutiMania–>%Blog”!?@# quando Google non basta! Comments RSS Feed


Where's The Comment Form?

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: